Sabato, 22 Febbraio 2020 14:32

Brescia - Napoli ... il giorno dopo

Written by
Valuta questo articolo
(3 voti)

La partita di ieri sera a Brescia è stata la conferma che la strada intrapresa da Gattuso sembra essere quella giusta.

 

 

Il Napoli è sceso con delle piccole modifiche rispetto all'ultima partita vinta a Cagliari. Il rientro di capitan Insigne e il conseguente spostamento di Elmas a centrocampo a sostituire Zielinsky. Sulla fascia opposta turno di riposo allo spagnolo Callejon, in vista del prossimo incontro di Champions, e spazio a Matteo Politano.

Il primo tempo è stato contrassegnato da una evidente supremazia napoletana ( 76% di possesso palla ) ma assolutamente sterile, con pochi lampi se non una traversa colpita da Dries Mertens con un tiro-cross e una deviazione al volo, dello stesso belga, su imbeccata di Insigne , facilmente neutralizzata dal pipelet bresciano.

Invece , improvvisamente , passava in vantaggio proprio la squadra lombarda su azione di calcio d'angolo e colpo di testa vincente del gigantesco difensore Chancellor (1.98 ). In questa occasione non esente da colpe la difesa azzura rea di non avere coperto bene l'area.

Il secondo tempo invece presentava un Napoli più convinto e deciso a ribaltare il risultato.

Ed infatti il pareggio si concretizzava allorchè Orsato assegnava un calcio di rigore per un plateale fallo di mano di un difensore delle rondinelle su cross di Insigne. Era proprio il 24 azzurro che trasformava con cinica freddezza. Va detto che in un primo tempo l'arbitro aveva negato questo evidente penalty e solo l'intervento del var aveva impedito fosse perpetrata l'ennesima beffa a danno della squadra di Gattuso.

Nemmeno il tempo di gioire per il pareggio e subito i campani passano in vantaggio. Autore del gol, dello splendido gol, il solito Fabian , in netta ripresa e diventato oramai uomo cardine della squadra.

Lo spagnolo segnava con un favoloso tiro a giro dal limite dell'area, fotocopia del gol realizzato contro l'Inter.

Pochi minuti dopo , lo stesso Fabian cercava di chiudere il match con un identico tiro, oramai marchio di fabbrica dell'8 napoletano, ma il portiere lombardo sventava la minaccia con una spettacolare parata.

Il terzo gol lo segnava Mertens...ma veniva subito annullato per un netto fuorigioco.

Gattuso quindi inseriva Milik, Zielinsky e Allan ma la partita era oramai segnata e il Brescia non riusciva a pareggiare, nonostante una ghiotta occasione capitata sui piedi di Balotelli.

Con questa vittoria il Napoli si è rilanciato nella corsa per un posto in Europa League e in questo week end seguirà , insieme a i suoi tifosi, gli incontri delle rivali.

Ma la testa, il cuore e l'anima di tutti i supporters azzurri sono rivolti a martedì prossimo quando nel catino bollente del San paolo si affronterà il Barcellona di Messi. Impresa impossibile?

La palla è rotonda....

Letto 279 volte